Vai al contenuto pricipale
Location: https://lmchimica.campusnet.unito.it/robots.html
Location: https://lmchimica.campusnet.unito.it/robots.html
Oggetto:
Oggetto:

DIDATTICA DELLA CHIMICA (PREFIT)

Oggetto:

Chemical education

Oggetto:

Anno accademico 2018/2019

Codice dell'attività didattica
CHI0129
Docenti
Dott. Elena Maria Ghibaudi (Titolare del corso)
Giuseppina Cerrato (Titolare del corso)
Dott. Enzo Laurenti (Titolare del corso)
Anno
1° anno
Tipologia
A scelta dello studente
Crediti/Valenza
6
SSD dell'attività didattica
CHIM/03 - chimica generale e inorganica
Modalità di erogazione
Tradizionale
Lingua di insegnamento
Italiano
Modalità di frequenza
Facoltativa
Tipologia d'esame
Scritto con orale a seguire
Prerequisiti
Indipendentemente dal corso di laurea di provenienza, gli studenti devono essere in possesso dei concetti fondamentali della chimica, appresi nei corsi di chimica generale ed inorganica e di chimica organica.
Propedeutico a
Il corso può essere incluso nel percorso pre-FIT,
per le classi di concorso: A15, A28, A31, A34, A50, A51.

Può essere collocato indifferentemente al 1° o 2° anno

Oggetto:

Sommario del corso

Oggetto:

Obiettivi formativi

L'insegnamento si pone i seguenti obiettivi:
- Presentare e discutere i principali quadri teorici sviluppati in didattica della chimica, unitamente a metodologie e le tecniche di trasposizione didattica dei concetti della chimica affrontabili nel primo e nel secondo ciclo d'istruzione;
- Discutere criticamente la relazione pedagogica esistente tra i concetti fondanti della chimica a livello macroscopico (sostanza semplice, sostanza composta, stato fisico, ecc.), microscopico (atomo, molecola, ecc.) e simbolico (formula chimica, formula di struttura, ecc.) e la loro trasposizione didattica;
- Pervenire ad una contestualizzazione storica-epistemologica dei concetti fondanti della chimica ed evidenziarne l'efficacia didattica, dalla scuola all'università e discutere il rapporto della chimica con le altre discipline, evidenziandone le specificità in termini di struttura concettuale e di approccio conoscitivo alla realtà;
- Presentare e discutere esempi di didattica laboratoriale della chimica e di utilizzo di risorse e strumenti tecnologici multimediali specifici per la didattica della chimica;
- Presentare e discutere metodi di autovalutazione e valutazione delle conoscenze e delle competenze maturate;
- Fornire criteri e strumenti per la progettazione di attività didattiche relative alla chimica in funzione degli obiettivi formativi e del grado di istruzione nel quale si opera.

Aim of the teaching class:

- To introduce and discuss the main theoretical frame developed in chemistry education, together with strategies of didactic transposition of chemical concepts addressed at the college and the high school;
- To critically discuss the pedagogical relation between foundational chemical concepts at the nmacroscopic (simple substance, compund, physical state, etc.), microscopic (atom, molecule, etc.) and symbolic levels (chemical formulas, structural formulas, etc.) and their didatic transposition;
- To promote an historical-epistemological conceptualisation of foundational concepts of chemistry, by showing its didactic effectiveness; to discuss  the relation between chemistry and other scientific disciplines, in terms of specificity of their conceptual structures and cognitive approches towards the material realm;
- To introduce and discuss examples of laboratory teaching and use of ICTs specific for chemistry teaching;
- To introduce and discuss strategy for the self-evaluation and the evaluation of chemical knowledge and competences;
- To provide students with basic criteria for planning teaching activities related with chemistry, consistent with the declared aims and the teaching level.

Oggetto:

Risultati dell'apprendimento attesi

Al termine del corso, lo studente sarà in grado di:

-comprendere e comunicare i contenuti della chimica, individuandone la gerarchia concettuale e i distinti piani concettuali (macroscopico, microscopico e simbolico);

-progettare attività didattiche in ambito chimico, secondo uno schema di lavoro strutturato, che tenga conto del target, dei nodi concettuali ad esse inerenti, dei processi cognitivi posti in atto, delle propedeuticità concettuali necessarie, delle risorse e degli strumenti multimediali disponibili, e che siano coerenti con le Indicazioni Nazionali e le Linee Guida;

-utilizzare il laboratorio come momento di confronto tra ipotesi formulate e risultati ottenuti;

-utilizzare tecniche interattive e laboratoriali, risorse e strumenti tecnologici multimediali utili alla costruzione di concetti chimici e alla visualizzazione di aspetti pertinenti a fenomeni ed enti di interesse della chimica;

-utilizzare strategie di verifica efficaci nel determinare le conoscenze pregresse e le competenze acquisite.

At the end of this class, the student shoud be able to:

- to understand and conveying chemical contents by spotting out the conceptual hyerarchy and the conceptual levels (macro, micro, symbolic) involved n the chosen issue;

- to plan teaching activities on chemical issues, according to a structured working scheme that keeps into account: students' target, conceptual obstacles,  cognitive processes involved in learning, propedeutical concepts, available WEB ressources and ICTs, consistency with the National Guidelines of the Italian Ministry for Education;

- to use the lab as a learning tool for comparing working hypothesis and experimental results.

- to use lab and interactive teaching techniques , as well as WEB ressources and ICTs usefule for building up chemical concepts and visualising features realted with chemical phenomena and entities;

- to apply assessment strategies of previous knowledge and acquired competences; 

Oggetto:

Modalità di insegnamento

Lezioni in aula e in laboratorio 

 

Lectures either in the classroom or in the chemistry laboratry

Oggetto:

Modalità di verifica dell'apprendimento

Agli studenti sarà richiesto di progettare un'attività didattica in ambito chimico, su un argomento concordato con i docenti, secondo uno schema di lavoro strutturato che tenga conto di: target, modello didattico utilizzato in relazione al modello di apprendimento a cui si fa riferimento; competenze-requisito necessarie per affrontare l'attività didattica; competenze attese al termine dell'attività didattica; propedeuticità concettuali implicite nel progetto; descrizione analitica delle attività da realizzare in classe; tempi di realizzazione; modalità di valutazione delle competenze acquisite.

Il lavoro (scritto) sarà poi relazionato oralmente.

Saranno valutati i contenuti del lavoro e la qualità della presentazione orale, secondo i seguenti criteri: la capacità dello studente di individuare e sintetizzare le informazioni cruciali dell'argomento prescelto; la correttezza di tali informazioni; la chiarezza espositiva e la coerenza logica dell'esposizione.

 

Students will be asked to plan a teaching activity focused on a chemical issue, agreed with theteachers of the present class, according to a structured scheme that takes into account: target, didactic model applied in the classroom; previously-acquired competences; completences that are expected to be acquired; propedeutical concepts; analytical description of the activities to be carried out in the classroom; time schedule; assessment strategies. 

The written work will be the object of an oral presentation. 

The content of the written report and the quality of the oral presentation will be evaluated according to the following criteria: student's ability to spot out and summarise crucial infos; the accuracy of such infos; the clarity and logical coherence of the presentation.

Oggetto:

Programma

Il corso è duddiviso in tre moduli distinti:

I modulo (prof.ssa Cerrato)

- Cenni di legislazione scolastica - storia ed evoluzione:
• L'insegnamento della Chimica nella scuola italiana del XXI secolo: quadro legislativo di riferimento circa l'evoluzione dalla scuola del programma alla scuola della competenza;
• Le Indicazioni Nazionali per il curricolo 2007 e 2012;
• Classi di concorso accessibili ai laureati magistrali in Chimica;
• Formazione e reclutamento dei docenti.
- Criteri e metodologie insegnamento/apprendimento con didattica per competenze:
• Criteri e metodologie per la realizzazione di contesti di insegnamento/apprendimento autentico che implicano un ruolo attivo dello studente, con riferimento alle principali teorie pedagogico-didattiche per l'insegnamento delle Scienze;
• Approccio alla valutazione delle competenze di cittadinanza e di ambito disciplinare.
- Unità Didattiche di Apprendimento (UDA): presentazione di possibili strutturazioni.

II modulo (prof.ssa Ghibaudi)

- Cenni di epistemologia:
• la natura della scienza e lo statuto epistemologico del sapere scientifico;
• specificità della Chimica a confronto con le altre discipline;
• valore didattico dell'epistemologia della Chimica;
• ruolo della modellizzazione nella costruzione del sapere scientifico;
- La struttura logica della chimica e il ruolo dei modelli:
• i tre livelli di Jensen (macroscopico, microscopico atomico-molecolare, microscopico nucleo-elettronico);
• le propedeuticità concettuali della chimica (dal macro al micro, la struttura particellare della materia, atomi e molecole, il concetto di struttura molecolare, le relazioni struttura-funzione);
• le implicazioni didattiche di tale struttura in termini di propedeuticità concettuali e costruzione di percorsi didattici verticali tra i diversi gradi di istruzione;
• ruolo della modellizzazione nell'insegnamento della Chimica;
- Presentazione e discussione di esempi di trasposizione didattica di concetti di natura chimica.

III modulo (prof. Laurenti)

- Le competenze nei contesti formativi:
• cenni alla progettazione didattica per competenze in ambito scientifico;
• la valutazione e la certificazione delle competenze nell'insegnamento della chimica, problematiche e specificità; 
- Il ruolo del laboratorio:
• la didattica laboratoriale nell'apprendimento della chimica (metodologie, applicabilità ai diversi contesti, analisi e discussione di esempi pratici);  
• i processi di insegnamento e di apprendimento della chimica mediante strumenti e tecnologie digitali, analisi della loro efficacia in relazione al ruolo dell'insegnante, al grado di istruzione e alle specificità della disciplina;
- Esempi di trasposizione didattica: dalla progettazione per competenze alla realizzazione di un percorso didattico integrato teorico-pratico con valutazione delle competenze acquisite.

The teaching class is organised in three distinct teaching modules:

 

I module (prof.ssa Cerrato)

 - Overview of school legislation - history and evolution:

• The teaching of Chemistry in the Italian school of the 21st century: reference legislative framework on the evolution from the school of the program to the school of competence;

• National Guidelines for the 2007 and 2012 curriculum; • Competition classes accessible to master's graduates in Chemistry;

• Teacher training and recruitment.

- Teaching / learning criteria and methodologies with teaching skills:

• Criteria and methodologies for the realization of authentic teaching / learning contexts that imply an active role of the student, with reference to the main pedagogical-didactic theories for the teaching of Sciences;

• Approach to the assessment of citizenship and disciplinary skills.

- Learning Didactics Unit (UDA): presentation of possible structuring.

 

II module (prof. Ghibaudi)

- Few elements of epistemology:
• Nature of science and epistemic status of scientific knowledge;
• The specificy of chemistry as compared to other disciplines;
• The epistemology of chemistry as a teaching ressource;
• The role of modellisation in the building up of scientific knowledge;
- The logical structure of chemistry and the role of models:
• Jensen's conceptual level (macroscopic, microscopic atomic-molecular, microscopic nuclear-electronic);
• Conceptual hyerarchy of chemistry (from macro to micro, the particle structure of matter, atoms and moleculs, the concept of molecular structure, the relation between structure and function in molecules);
• Didactical implications of such structure in terms of teaching hyerarchy and planning of vertical teaching/learning activities between distinct school levels;
• The role of modellisation in Chemistry teaching;
- To introduce and discuss examples of didactic transposition of chemical concepts.

III module (prof. Laurenti)

- Skills in training contexts: 
• how to design a competence-based learning in science, an overview;
• assessment and certification of skills in chemistry teaching, problems and specificities; 
- The role of the laboratory:
• laboratory teaching in chemistry learning (methodologies, applicability in different contexts, analysis and discussion of practical examples);
• teaching and learning processes through digital tools in chemistry, analysis of their effectiveness in relation to the role of the teacher, the level of education and the specific nature of the discipline;
- Examples of didactic transposition: from the competence-based design to the realization of an integrated theoretical-practical didactic course with evaluation of the acquired skills.

Oggetto:

Testi consigliati e bibliografia

V. Dominici, Insegnare ed apprendere chimica, Mondadori Università, 2018

E. Roletto, Produzione ed evoluzione dei saperi scientifici per comprendere la natura della scienza, Aracne, 2009 (scaricabile dal sito www.sends.unito.it)

L. Paoloni, Nuova Didattica Chimica, SCI, 2005

 

Sitografia:

http://soc.chim.it/it/divisioni/didattica/home

www.culturachimica.it

www.sends.unito.it

www.baobabricerca.org

 

 

V. Dominici, Insegnare ed apprendere chimica, Mondadori Università, 2018

E. Roletto, Produzione ed evoluzione dei saperi scientifici per comprendere la natura della scienza, Aracne, 2009 (downloadable from www.sends.unito.it)

L. Paoloni, Nuova Didattica Chimica, SCI, 2005

 

 

WEB references:

http://soc.chim.it/it/divisioni/didattica/home

www.culturachimica.it

www.sends.unito.it

www.baobabricerca.org

Oggetto:
Ultimo aggiornamento: 21/03/2019 12:15
Location: https://lmchimica.campusnet.unito.it/robots.html
Non cliccare qui!