Vai al contenuto pricipale

Sistema assicurazione qualità

Il Corso di laurea è dotato di un proprio sistema di assicurazione della qualità, in linea con quanto previsto dall'Ateneo per sviluppare la qualità della didattica, dei servizi e delle strutture e per garantire un percorso di miglioramento continuo, anche attraverso il confronto con gli studenti e i rappresentanti del mondo del lavoro.

I processi di assicurazione della qualità che il Corso di studio mette in atto attraverso l’azione dei referenti AQ sono: 

  • Scheda Unica Annuale del Corso di Studi (SUA CdS), strumento utilizzato per la progettazione, autovalutazione e revisione del Corso di Studio che raccoglie tutte le informazioni utili agli studenti, alle famiglie e agli altri stakeholder. 
  • Monitoraggio Annuale, commento degli indicatori che rilevano l'andamento delle carriere degli studenti, l'inserimento dei laureati nel mondo del lavoro e l'internazionalizzazione al fine di valutarne la tendenza anche rispetto alla media nazionale. Il Monitoraggio è svolto annualmente dalla Commissione Monitoraggio e Riesame del Corso di Studi che è composta da docenti e studenti.
  • Rapporto di Riesame ciclico, autovalutazione approfondita sull'andamento complessivo del Corso di Studio finalizzata a progettare gli interventi di miglioramento necessari definendo tempi e responsabilità. Anche il Riesame Ciclico è svolto dalla Commissione Monitoraggio e Riesame.
  • Relazione Annuale Commissione Didattica Paritetica, attività annuale di monitoraggio dell'offerta formativa, valutazione della qualità della didattica, dei servizi agli studenti e del grado di raggiungimento degli obiettivi del Corso di studio svolta dalla Commissione Didattica Paritetica di Scuola che è composta in egual misura da studenti e docenti. Nella relazione sono altresì suggerite azioni di miglioramento ai Corsi di Studio e ai Dipartimenti di riferimento, responsabili della didattica. 

Gli studenti sono invitati a partecipare in modo attivo e propositivo ai lavori della Commissione Monitoraggio e Riesame del Corso di Studio e della Commissione Didattica Paritetica di Scuola; nel caso in cui i CdS non dispongano di studenti eletti, sarà coinvolta una rappresentanza scelta tra gli studenti iscritti. Al di là del coinvolgimento nelle Commissioni, è bene che gli studenti partecipino a tutte le attività del CdS (incontri con le matricole, orientamento e tutorato, etc.) e che consultino con regolarità le informazioni contenute nelle pagine web del proprio CdS per essere costantemente aggiornati.

I referenti per l'Assicurazione della qualità del Corso di studi sono: 

 


Autovalutazione, accreditamento iniziale e periodico delle sedi e dei corsi di studio e valutazione periodica
(Decreto Ministeriale 47 del 30 gennaio 2013)

Migliorare e valorizzare la qualità del sistema universitario attraverso l'introduzione dell'accreditamento e la valutazione di Atenei e Corsi di Studio. Questo è l'obiettivo del Decreto Ministeriale 47 del 30 gennaio 2013, che definisce il nuovo sistema di autovalutazione, valutazione, accreditamento iniziale e periodico delle strutture didattiche o di ricerca dell'Università e dei Corsi di Studio universitari. Il provvedimento completa il percorso di attuazione della legge 240 e per la prima volta sintetizza in un unico documento i criteri e le linee guida per la valutazione negli Atenei.


Le attività di valutazione, che saranno svolte dall'Agenzia Nazionale di Valutazione del Sistema Universitario e della Ricerca (ANVUR), dovranno verificare e accertare la qualità della didattica e della ricerca, dell'organizzazione delle Università e dei Corsi di Studio, la presenza e i requisiti delle strutture al servizio degli studenti (le aule e le biblioteche), e, non ultimo, la sostenibilità economico finanziaria dell'Ateneo. Il rispetto di tali requisiti sarà condizione necessaria per ricevere l'accreditamento iniziale, ovvero l'autorizzazione da parte del MIUR ad attivare i Corsi di Studio, aprire sedi universitarie o istituire nuovi Atenei. La permanenza dei requisiti che hanno condotto all'accreditamento iniziale sarà verificata anche in seguito ai fini dell'accreditamento periodico, insieme al raggiungimento di ulteriori standard di qualità ed efficienza. Viene introdotto, dunque, una sorta di "controllo di qualità" da rinnovare ogni cinque anni per le sedi universitarie e almeno ogni tre anni per i corsi di studio. Annualmente, inoltre, L'ANVUR trasmetterà al MIUR i risultati della valutazione periodica, che sarà condotta sulla base dell'esito delle visite in loco delle Commissioni di Esperti della Valutazione (CEV), dell'analisi dei dati della relazione annuale redatta da Nuclei di Valutazione Interna e del monitoraggio della qualità dell'attività didattica e della ricerca svolta da tutti i soggetti coinvolti nel sistema di qualità dell'Ateneo, comprese le valutazioni elaborate dagli studenti. In particolare, ai Corsi di Studio spetterà il compito di produrre una documentazione di auto-valutazione basata sulla propria assicurazione di qualità, i cui elementi fondamentali sono il Riesame Annuale e la Scheda Unica Annuale.

L'Ateneo di Torino adotta l'Assicurazione  di Qualità (AQ) come  metodo  per  svolgere  le  proprie attività  e  si  è  organizzato  prevedendo  un  Presidio  della  Qualità  che  coordina  e  organizza  le procedure   di   accreditamento armonizzando la   partecipazione   degli   Organi   di   Governo,   dei Dipartimenti,  dei  CdS e  delle  Direzioni  centrali  coinvolte.  Il  Presidio  promuove  la  cultura  e  il  miglioramento  continuo  della  qualità  nell'Ateneo;  fornisce  consulenza  agli Organi di Governo dell'Ateneo sulle tematiche dell'AQ; sorveglia e monitora i processi di AQ; supporta le strutture dell'Ateneo nella gestione dei processi per l'AQ.

Il Dipartimento di Chimica ha inoltre promosso un documento, denominato CARTA DELLA VALUTAZIONE, finalizzato a promuovere la qualità della didattica accademica attraverso l'esplicitazione di criteri ispiratori sulla valutazione che si ritiene possa agevolare un clima collaborativo tra studenti e docenti con l'obiettivo specifico di razionalizzare e potenziare le iniziative rivolte al processo di apprendimento. Il documento si ispira a principi fondanti della qualità, della pedagogia, della comunicazione e dell'etica e ambisce a stabilire un patto educativo di cooperazione e corresponsabilità tra studenti e docenti su base volontaria. 

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 11/07/2019 16:48
Location: https://lmchimica.campusnet.unito.it/robots.html
Non cliccare qui!